comboIT

NextFEM Designer ha una struttura modulare per avvicinarsi alle esigenze di ogni singolo utente. Il programma di base, scaricabile liberamente da questo sito, è dato in licenza all’utente anche per l’uso commerciale, senza nessun costo.

In aggiunta, sono inclusi in NextFEM Designer alcuni moduli a pagamento che possono essere aggiunti al programma, quali:

 

checkEN
Il modulo General Design attiva nel programma alcune feature avanzate, quali:

  • generazione automatica delle combinazioni di carico secondo NTC2018 e Eurocodice 3 (EN 1993-1-1) per gli Stati Limite Ultimi e di Servizio;
  • verifica di membrature in acciaio secondo NTC2018 e Eurocodice 3 (EN 1993-1-1);
  • verifica di telai in legno secondo NTC2018 e Eurocodice 5 (EN 1995-1-1);
  • esportazione del modello in formato DXF anche estruso;
  • mesh di solidi.

 

Generazione automatica delle combinazioni di carico secondo Eurocodice – la generazione supporta anche le combinazioni di carico sismiche per l’analisi dinamica modale secondo le vigenti normative – generazione automatica per Stati Limite Ultimi (statiche e sismiche) e di Esercizio (rare, frequenti, quasi permanenti).
Supporta la generazione delle combinazioni direzionali sismiche secondo la regola del 100/30 e SRSS.

  

 

Verifica delle sezioni in acciaio di aste, travi e colonne secondo NTC2018 (D.M. 17-01-2018) e Eurocodice 3.
Le verifiche sono personalizzabili secondo le necessità dell’utente, sia per i valori limite (es. limite di deformabilità per travi e colonne) sia per l’aggiunta di formule personalizzate.

Sono supportate tutte le Classi di sezioni trasversali (da 1 a 4).

 

 

 

Verifica delle sezioni in legno (rettangolari, circolari) per aste, travi e colonne secondo NTC2008/2018 e Eurocodice 5.

Le verifiche sono personalizzabili secondo le necessità dell’utente, sia per i valori limite (es. limite di deformabilità per travi e colonne) sia per l’aggiunta di formule personalizzate.

 

 

 

 

 

Meshatore a elementi solidi con tecnologia Netgen, adatto alle situazioni più difficili. Il meshatore supporta la generazione di elementi tetraedrici a partire da volumi definiti.
Il modulo AluCheck attiva nel programma la verifica di membrature in alluminio secondo Eurocodice 9 (EN 1999-1-1) sia per strutture generali che per ponteggi o scaffalature.

 

 

NextFEM Designer estrude in modo accurato tutte le sezioni complesse.

 

 

 

Il modulo Concrete supporta la verifica di tutte le strutture in calcestruzzo armato (c.a.). Il modulo include il programma Section Analyzer per la verifica di sezioni di ogni forma e dimensione, indipendetemente dal loro materiale, sia per Stati Limite Ultimi che di Esercizio. Per le sezioni in c.a., il programma offre il legame non lineare Parabola-rettandolo e quello bilinare, e può tenere in considerazione la resistenza a trazione del calcestruzzo.


Il supporto comprende:
– sezioni in calcestruzzo armato e/o precompresso con cavi o trefoli;
– acciaio o alluminio;
– travi, pilastri, setti e piastre, sia per l’intera sezione che a metro lineare,
– verifica a taglio secondo le normative italiane ed europee;
– rinforzi in FRP secondo ;
– calcolo curvatura ultima;
– interazione con le sollecitazioni da modello di calcolo.

Per l’acciaio come materiale base, è possiible scegliere il legame non lineare bilineare specificando un rapporto di incrudimento a scelta.

In aggiunta, è possibile eseguire la verifica al fuoco di sezioni di calcestruzzo armato, acciaio o altri materiali, con la possibilità di personalizzare le funzioni di riduzione della resistenza e/o resistenza delle singole componenti della sezione trasversale analizzata.

Le barre per le membrature in c.a. possono essere aggiunte facilmente alle travi e colonne del modello grazie ad un’interfaccia intuitiva. Il programma supporta qualsiasi discretizzazione di armatura, sia per le barre longitudinali che per le staffe.

Infine, il modulo Concrete esegue la verifica di travi, colonne e setti con armatura assegnata. La verifica condotta è compatibile con le indicazioni delle NTC2018.

Per un preventivo cliccare qui.

 

Il modulo ImportExport attiva le seguenti feature:

 

 

Esportazione del modello verso SAP2000(R) in formato .S2K. Consulta qui la lista di feature supportate.

 

 

 

 

Esportazione del modello in formato DXF, estruso oppure a fil di ferro. Adatto al post-processing in programmi CAD dedicati.

 

 

Importazione del modello da Midas GEN(R) in formato .MGT. Consulta qui la lista di feature supportate.

 

 

 

Importazione del modello da Straus7(R) in formato testuale. Consulta qui la lista di feature supportate.

 

 

 

Importazione del modello FEM da Sismicad(R) dai file del solver.

 

 

 

 

Importazione del modello da CMP Analisi Strutturale(R) tramite Open Sargon Model.

 

 

 

Il modulo Non-Linear aggiunge al programma una lunga serie di elementi molla non lineari e cerniere plastiche, adatti all’uso in analisi statiche e dinamiche.

Gli elementi disponibili comprendono:

  • gancio e uncino / gap and hook;
  • leggi bi- e tri- lineari;
  • cicli Pivot, Tomazevic-Lutman e ad anello;
  • leggi slip-type simmetriche e asimmetriche;
  • e molto altro…

Le cerniere non lineari, parte di questo modulo, sono personalizzabili a fondo: attraverso il motore di scripting già utilizzato per le verifiche utente, le cerniere possono essere definite con valori personalizzati, persino settando il dominio di interazione fra tagli/momenti e forza assiale.

Il modulo FireSafe è stato progettato per fornire con pochi passaggi la resistenza al fuoco delle strutture in c.a., acciaio e alluminio. Include l’analisi termica delle sezioni degli elementi modellati, fornendo la verifica in termini di capacità con il metodo analitico. Le analisi sono congruenti con le richieste degli Eurocodici.

Le API (Application Programming Interface) di NextFEM Designer sono adatte ad esigenze avanzate di modellazione, come ad esempio l’analisi strutturale da altri programmi (come Microsoft(R) Office, AutoCAD(R), ecc.) o da fogli di calcolo. La lettura dei risultati è sempre accessibile senza licenza. Per l’input del modello a livello programmatico è necessaria la licenza del modulo API.